Balanite da candida sintomi e cura

La balanite da candida consiste in un’infezione da funghi abbastanza diffusa. Non si tratta di una patologia grave, ma è abbastanza fastidiosa e colpisce l’organo genitale maschile. Vediamo come controbatterla e quali sono le migliori cure. 

La balanite da candida è un’infezione causata dalla candida albicans, un micete che in genere colpisce le donne ma che può anche attaccare l’uomo alle parti intime. Questo tipo di malattia si verifica in genere quando nel corpo si abbassano le difese immunitarie, come in conseguenza ad un forte stress o al diabete. La balanite da candida è una micosi estremamente contagiosa motivo per cui sarebbe meglio in primo luogo sospendere i rapporti sessuali con partner non protetti, per evitare di contrarla. Bisogna anche fare attenzione ai luoghi dove i funghi possono proliferare, come gli spogliatoi e le docce delle piscine e dei luoghi sportivi.

I sintomi della balanite da candida sono l’arrossamento del prepuzio e del glande, ed un gonfiore lieve di questa zona: la sensazione di dolore al pene, il bruciore quando si urina, la fimosi, cioè la difficoltà di scoprire il glande. In alcuni casi si veridica anche la lucorrea, vale a dire una secrezione biancastra che fuoriesce dal pene.

La balanite da candida non è una malattia grave, come abbiamo detto, ma sarebbe meglio non trascurarla perché innanzitutto è contagiosa e quindi può influenzare la vita sessuale; in secondo luogo è un disturbo comunque doloroso ed imbarazzante.

La diagnosi della balanite va effettuata dall’andrologo, in genere solo con esame medico.

La terapia per la balanite da candida consiste nell’assunzione di un antimicotico per via orale o topica, in genere lo stesso previsto per le donne in caso di candida.

Se si tratta di una pomata, va applicato due o tre volte al giorno. I tempi di guarigione in genere sono di una o due settimane. Se la balanite da candida non viene trattata, può cronicizzarsi e quindi può peggiorare.

La balanite da candida, proprio come nelle donne, espone spesso e volentieri al rischio di recidiva. Per questo sarebbe bene, nel corso della cura, cercare di evitare gli alimenti troppo ricchi di zucchero e l’alcol, che funge come un vero e proprio ‘nutrimento’ per i funghi, e curare la meglio l’igiene della zona intima per evitare la ricaduta nella balanite da candida. La prevenzione secondaria è necessaria tanto quanto la terapia perché, abbiamo detto, questo micete opportunista può causare delle ricadute.