Cause della dermatite

Il risultato è il medesimo: prurito, arrossamento, desquamazione e vescicole sono i classici sintomi che ci dicono che la nostra pelle ha contratto una dermatite, un’infiammazione che riguarda la cute.

La dermatite è un fenomeno che può presentarsi a periodi ciclici in cui dopo una fase acuta segue una fase di calo; come spesso accade, anche per la dermatite è meglio prevenire piuttosto che curare: fra i rimedi naturali più validi c’è sicuramente un’alimentazione con abbondante frutta e verdura, ma anche di pesce ricco di omega 3, di alimenti che contengono biotina (presente nel fegato, nelle uova, negli spinaci, nei broccoli,…). Altri rimedi piuttosto efficaci sono l’olio di ribes nero, l’olio di enotera e il basilico cinese.

Fra le cause scatenanti della dermatite, possiamo trovare le intolleranze alimentari: l’organismo è ipersensibile a un alimento e reagisce, dopo aver assunto l’alimento, con uno stato infiammatorio (anche lieve) che causa la dermatite. Alle intolleranze alimentari si riconducono anche altre reazioni, come la candida o la stitichezza, così come i più generici mal di testa, colite, meteorismo e pancia gonfia; in questi casi, è bene sottoporsi a dei test allergici per individuare gli alimenti a cui si è intolleranti ed eliminarli dalla propria alimentazione.

Se la causa della dermatite è da ricondurre a virus, batteri o altri agenti patogeni, allora siamo in presenza di una dermatite infettiva, mentre non mancano nemmeno reazioni avverse all’assunzione dei farmaci.

Si parla, invece, di dermatite da contatto quando a scatenare la reazione dell’epidermide è il contatto con sostanze che sensibilizzano la pelle: detersivi, solventi, materiali industriali, nichel sono i fattori scatenanti di prurito e arrossamento.
La reazione agli allergeni potrebbe manifestarsi improvvisamente, anche se si è utilizzato per tanti anni il medesimo materiale senza che si sia manifestata nessuna reazione.

Per questa sua caratteristica, non è sempre facile individuare quale sia il materiale che abbia causato la sensibilizzazione e, così, sospendere immediatamente qualsiasi contatto; tuttavia, una volta individuati quali siano le sostanze allergene è assolutamente indicato evitare qualsiasi contatto in futuro.
Per saperne di più sulla dermatite da contatto, visita l’approfondimento disponibile all’indirizzo http://www.saperesalute.it/disturbi-patologie/dermatite-irritativa-da-contatto