Bambini e dieta, è giusto farla?

Spesso le mamme si chiedono se è giusto far seguire una dieta ai bambini e la risposta dei pediatri è di lasciar perdere in quanto i bambini devono mangiare anche le schifezze durante lo sviluppo.

Difficilmente un bambino viene messo a seguire una dieta ferrea, tuttavia per molti bimbi è opportuno prevedere delle regole nell’alimentazione per evitare che sorgano presto dei problemi. Noi di distretto del benessere siamo naturalmente contrari a diete fai da te, per i piccoli come per i grandi.

Molto spesso, più che una dieta, i genitori dovrebbero educare il bambino ad una alimentazione sana ed equilibrata, che alterni ogni giorno tutti i nutrienti in quantità adeguate e che assicuri la presenza di un giusto equilibrio tra apporto di proteine animali e vegetali (soprattutto legumi e pesce), zuccheri semplici e complessi (più pane, patate, pasta o riso e meno dolci), grassi sia animali che vegetali (preferire l’olio di oliva al burro) e fornisca poi un giusto apporto di vitamine, minerali ed alimenti integrali (importanti per il loro contenuto di fibre).

Inoltre andrebbero evitati i cibi fuori pasto a favore di un “ordine” dei pasti durante la giornata.

Per questo, vi consigliamo di chiedere qualche consiglio ad un esperto nutrizionista, che saprà indicarvi esattamente quale sarà il miglior comportamento da seguire sull’alimentazione del vostro bambino.

Un consulto da una biologa nutrizionista costa poco e potrà chiarirvi molto bene le idee se è davvero il caso di mettere a dieta il vostro bambino, ma soprattutto potrà darvi la possibilità di ricevere tanti consigli da chi si occupa di alimentazione per professione e saprà indicarvi esattamente cosa fa male al vostro bimbo e cosa invece può mangiare tranquillamente.

La maggior parte delle volte, la visita si conclude con la redazione di una guida nutrizionale (da non confondersi con dieta bambini) per il vostro bimbo, che non significa metterlo proprio a dieta, ma di aiutarlo a seguire una corretta e sana alimentazione, che possa aiutarlo proprio nel periodo dello sviluppo.

Se pensiate che vostro figlio possa avere bisogno di un aiuto, non aspettate ancora, affidatevi ad una nutrizionista professionista e non pensate di fare un torto al vostro bambino. Non sarà per lui un sacrificio enorme seguire una corretta alimentazione e vedrete che grazie ai risultati che otterrà velocemente, sarà ancor più stimolato a seguire le regole che la dottoressa gli assegnerà.

Ricordatevi che una corretta educazione alimentare dovrebbe essere associata a della sana attività sportiva (per quanto possibile all’aria aperta) e con una riduzione della vita sedentaria, soprattutto delle ore trascorse davanti alla televisione o al computer.

La dieta nei bambini non è la risposta giusta, essi devono essere educarti nella scelta degli alimenti per evitare così i rischi di un’alimentazione non corretta in un momento della loro vita in cui è possibile  intervenire per modificare e migliorare il loro stile di vita.