Vitargo: l’integratore energetico

Molti professionisti assumono prodotti per integrare nella dieta vitamine e minerali; nel caso del Vitargo il vantaggio risiede nella velocità di assimilazione e nel reintegro delle scorte di glicogeno, particolarmente apprezzato da chi allena la resistenza a livello agonistico.

Ciascun integratore fornisce input differenti che consentono di affrontare la performance con una marcia in più e le numerose borracce utilizzate dagli atleti attestano l’affermazione di una tendenza che ha già invaso altri stati e alla quale nemmeno l’Italia sembra sottrarsi.

Recuperare in fretta dopo uno sforzo prolungato è un obiettivo comune e l’impiego di integratori alimentari consente di ottenere tale risultato: quantità e tipologia prescindono dall’attività svolta e dalla dieta, ma per questo ci sono i medici (ai quali è bene rivolgersi prima di assumere qualsiasi prodotto).

Cos’è il Vitargo?

Il polisaccaride ad alto peso molecolare proviene dallo svedese Karolinska Institute di Stoccolma, dove è stato brevettato e ottenuto dalla lavorazione dell’amido (estratto solitamente da patate o mais) tramite processi di idrolisi.

L’integratore energetico si fa subito notare per il proprio peso molecolare (superiore alla media) ma anche per le sue proprietà nutrizionali, le quali consentono di ripristinare le riserve muscolari ed epatiche di glicogeno, garantendo un rilascio di glucosio graduale (ideale nel pre-allenamento) senza rischi di ipoglicemia reattiva (potrebbe compromettere la prestazione sportiva).

Da qui torniamo a parlare delle borracce: moltissimi atleti assumono il prodotto disciolto in acqua (è insapore) proprio durante l’allenamento. In questo modo, prevengono eventuali problemi dovuti alla disidratazione, godendo al tempo stesso della massima energia. Ciò è possibile grazie alla bassa osmolarità della soluzione, la quale rende il vitargo ideale anche nel post workout.

L’integratore energetico a base di carboidrati è disponibile in una versione neutra dal nome Vitargo Puro”;  questo prodotto è alquanto rinomata nel mondo sportivo poiché, rispetto a molte altre fonti di carboidrati presenti sul mercato, viene assorbita il 70% più velocemente.

Non sono stati riscontrati problemi a livello digestivo, il che consente di assumere l’integratore senza doversi preoccupare di crampi addominali, diarrea o gonfiori di stomaco. Molti soggetti, invece, hanno avuto delle difficoltà intestinali con le maltodestrine commerciali.

E per rispondere ulteriormente alla domanda, possiamo inoltre dirvi che si tratta di un prodotto utilizzato da culturisti e atleti di endurance: l’obiettivo dei primi è quello di accrescere la propria massa muscolare, mentre i secondi, ossia soggetti come maratoneti e ciclisti, puntano a disporre di tutte le risorse necessarie a dare il meglio, prevenendo stati fisici che potrebbero compromettere la propria performance. Basti pensare alla disidratazione, normalissima dopo certi sforzi, ma fronteggiabile tramite un integratore come il Vitargo.

Il Vitargo non è adatto a tutti: se praticate discipline o sport di resistenza e forza veloce dove non mancano gli sforzi di potenza, vi troverete di certo a vostro agio. L’innalzamento della glicemia e il ripristino del glicogeno muscolare non comportano l’evenienza di picchi glicemici e il brevetto di questo integratore può confermarlo.

Se avete pensato di acquistare l’integratore alimentare Vitargo i prezzi sul web sono alquanto concorrenziali, ma noterete che quelli del suddetto integratore energetico sono più alti del normale. Non preoccupatevi: essendo un prodotto brevettato, il costo è di conseguenza più elevato.