Squat al multipower

Il multipower è la macchina da palestra che non aiuta ad avere consapevolezza del carico sollevato, permettendo di caricare, soprattutto nei parziali, un carico abnorme.

Per capire meglio questa affermazione, concentrimoci sulla tecnica dello squat.

Se facessimo una rapida ricerca in google sull’argometno “squat + macchina multipower”, ovviamente appariranno decine di articoli sull’argomento. Non è altrettanto ovvio che, mano a mano che li leggiamo, sccopriamo che sono uno diverso dall’altro!

La domanda sorge spontanea: qual è la tecnica corretta per eseguire lo Squat?

Non posso darvi una risposta, ma posso darvi 2 consigli:

  1. leggere i libri di biomeccanica“, dove troverete tutte le risposte tanto sulla tecnica, quanto sulla pericolosità degli esercizi
  2. non creadere a tutto ciò che vi dicono o che trovate nella rete“, questo vale anche per me. Siate curiosi e mai soddisfatti, obbligandovi a documentarvi sempre di più.

Ritorniamo allo Squat al multipower. Vi invito a fare un test. Provate a chiedere ad un “multipowerista”, che esegue “mezzi” squat con carichi elevati, di fare gli squat con lo stesso carico, ma con un bilanciere. La mia esperienza personale mi ha insegnato che la maggioranza non ci riuscirà.

Il motivo è semplice. Il multipower ci consente di “fare i furbi”, facilitando il completamento della ripetizione, dato che prmette di “incastrare” il bilanciere avanti o indietro, spesso in modo asimmetrico. Questo modo di usarlo può essere causa di tendiniti e infiammazioni.

Arriviamo così al problema focale, come usare il multipower in modo corretto, evitando rischi e lesioni. Dato che non tutti sono in grado di effettuare uno squat libero in perfetta sicurezza, il multipower è attrezzo utilie per imparare. È importante, però, fare attenzione ad alcuni elementi:

  • il baricentro del corpo è fuori “asse” in relazione ai piedi, in sostanza se non fosse per la struttura verticale, non riusciremmo a stare in piedi. Ciò può essere molto pericoloso, dato che la perdita di aderenza ed equilibrio, ovviamente, può causare infortuni e lesioni
  • da un punto di vista della biomeccanica, lo squat al multipower con schiena dritta ci permette di salvaguardare quest’ultima, ma sottopone le ginocchia a “forze di taglio” molto elevate. Ciò accade perché non sono utilizzati i femorali e la stabilità delle ginocchia è tutta a carico dei crociati anteriori.

Desidero concludere con un consiglio su ” come imparare progressivamente ad eseguire gli squat“: iniziate a corpo libero, davanti a uno specchio con una persona competente che vi mostri i movimenti passata al multipower, passate quindi al multipower per poi, gradualmente, arrivare al bilanciere libero.

Buoni allenamenti!