cistite cause e rimedi

La cistite è un’infiammazione delle vie urinarie che colpisce principalmente il 25-35% delle donne tra i 20 ed i 40 anni, ma quali sono le cause? quali i sintomi? Ecco qualche consiglio su farmaci e rimedi naturali da usare per prevenire e curare la cistite.

Cause della cistite e fattori principali

Le infezioni da cistite sono, nella maggior parte dei casi, causate dalla risalita di batteri dalle vie urinarie verso l’uretra. Tra queste vi può essere una infezione ascendente (per risalita di agenti patogeni di derivazione fecale, vaginale o uretrale) e può arrivare a interessare, in casi meno frequenti, i reni.

Negli adulti il colpevole delle infezioni delle vie urinarie è, nell’80% dei casi, il batterio Escherichia coli (80%).

Nelle donne in età giovanile il principale rischio può arrivare dall’attività sessuale (e, per questo motivo, spesso viene chiamata “cistite da luna di miele” o “cistite del giorno dopo” quando l’infiammazione si presenta a seguito di uno o più rapporti sessuali) e dall’utilizzo di metodi contraccettivi che alterano il naturale ecosistema vaginale (come ad esempio diaframma e spermicidi).

Nell’uomo le infezioni delle vie urinarie sono meno frequenti (colpiscono mediamente l’1-2% con un aumento dopo i 50 anni) e sono legate al restringimento del canale uretrale, a problemi della prostatao a una malattia sessualmente trasmessa.

Tra i fattori della cistite si segnalano anche la predisposizione genetica, l’uso di antimicrobici; la presenza di materiale fecale nel meato uretrale esterno e lo svuotamento vescicale incompleto.

Sintomi e diagnosi

I sintomi tipici di tale problema si presentano con urine torbide, il classico bruciore al momento della minzione, dolore al basso ventre, stimoli frequenti di urinare collegati poi ad una scarsa minzione al momento in cui ci si reca ai servizi. Nei casi più gravi può esseci presenza di sangue nelle urine o febbre.

Tra i fattori di rischio figurano stitichezza e disidratazione che portano a condizioni favorevoli dell’infiammazione alla vescica.
La poca idratazione porta le urine ad essere più concentrate aprendo la strada ad un raggruppamento di batteri dannosi.

In caso di stitichezza i germi si moltiplicano e, passando alle vie urinarie attraverso i vasi linfatici, portano alla cistite.

Se vi è la presenza dei sintomi sopra elencati bisgona recarsi il prima possibile dal medico che vi prescriverà l’analisi delle urine e l’urinocoltura per identificare i batteri responsabili dell’infezione e l’effettiva presenza di cistite.

Trattamenti e rimedi

Nei casi in cui il problema si è appena manifestato è sufficente mantenersi idratati assumendo liquidi altrimenti, essendo causata da un’infezione batterica, la cistite viene curata con l’assunzione di antibiotici, secondo le indicazioni del medico, che andranno a scongiurare future manifestazioni.

Tuttavia è bene capire che la cistite può essere battuta solo se, assieme alla terapia antibiotica, si segue un’alimentazione corretta ed equilibrata.

In caso di ricaduta e continui sintomi della malattia sono necessari esami più approfonditi per indagare sulle cause delle infezioni.

In alcuni casi viene prescritto l’utilizzo di dimannosio, una sostanza estratta dalla betulla che si lega alle cellule della parete vescicale per proteggerla e staccare i batteri.

Come prevenire la cistite

Innanzitutto è necessario bere molta acqua per placare l’infiammazione alle vie urinarie: almeno un litro e mezzo di acqua naturale e non gassata ogni giorno e senza aspettare lo stimolo della sete. L’acqua può essere integrata anche con le tisane alle erbe, come quelle all’uva orsina che può attenuare i sintomi della cistite o succo di mirtillo, in grado di proteggere dalle infezioni delle vie urinarie.

Bisogna cercare di consumare anche frutta e verdura fresche e di stagione, preferibilmente crude. Almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno sono la quantità ideale per cercare di migliorare le condizioni delle vie urinarie, soprattutto il succo di carota – che contiene vitamina A e glutatione, antiossidante che rinforza le difese dell’organismo.

Contro la cistite sono utili anche verdure come cavoli, broccoli, patate, barbabietole, bietole, pomodori, piselli, lattuga e fritta che contiene vitamina C, come more, uva, limoni, arance, mirtilli.

Altri prodotti molto utili sono per esempio l’estratto di semi di pompelmo, che può essere acquistato in pasticche. Questo prodotto aiuta a combattere l’infezione alle vie urinarie ed ha azione battericida.

Anche assumere giornamente un probiotico o dello yogurt e una porzione di cereali integrali e avere nella propria dieta carni bianche e pesce aiuta a combattere questo problema in quanto son ottimi prodotti per combattere la cistite.

Cosa evitare

Alimenti da eliminare per chi soffre di cistite sono i formaggi stagionati, la panna acida, troppo yogurt, il pane di segale, la carne ed il pesce in scatola, quello affumicato; i salumi e gli insaccati in generale, fra le verdure bisognerebbe evitare fave, fagiolini, cipolle e troppi pomodori.

Bisognerebbe anche limitare il consumo di cibi speziati, etnici, di cioccolata, aceto, bevande gassate, zuccherate ed alcoliche.