Nutrizione

Banana: proprietà, benefici e controindicazioni

La banana è uno dei frutti più benefici al mondo: combatte il colesterolo, abbassa la pressione e aiuta l'umore

La banana è uno dei frutti più nutrienti: dona energia preziosa al corpo ed è ricca di potassio, vitamine e sali minerali. Inoltre elargisce grandi benefici all’organismo andando a contrastare il colesterolo, la pressione e aiuta l’umore.

La banana è il frutto più consumato al mondo, probabilmente per il suo sapore, ed è apprezzato da grandi e bambini. Continuate a leggere l’articolo per scoprire tutte le proprietà di questo frutto.

Banana cos’è

Il nome banana viene dato al frutto della pianta, comunemente chiamata Banano, una pianta erbacea gigante perennemente verde, monocotiledone, appartenente al genere Musa della famiglia delle Musaceae. Questa pianta viene erroneamente inserita tra gli alberi, pur avendone le dimensioni.

Il banano cresce da un bulbo da cui si sviluppa una specie di tronco che raggiunge altezze di 6 metri. Il tronco è formato dalle guaine basali delle foglie che si sovrappongono a spirale, e si accertocciano l’una sull’altra, imitando le funzioni di sostegno di un tronco. Sulla somità è poi circondato da un ciuffo di poche foglie.

La pianta di banano può vivere in climi miti ed ha bisogno di un habitat che sia protetto dai venti; i frutti di questa pianta nascono solamente in climi caldi e umidi delle vallate tropicali,posizionati in pieno sole o in leggera ombra.

Il frutto viene generato da una sorta di grappolo, chiamato “casco” o “regime”, composto da un gruppo di frutti che può arrivare a pesare fino a 50kg. Un banano può arrivare a produrre fino a 20 caschi di banane con 20 frutti per casco.

Storia della banana

La pianta di banano è originaria del Sud-Est Asiatico, delle giungle della Malesia, delle Filippine e dell’Indonesia, dove ancora oggi crescono numerose varietà selvatiche. I primi cenni storici del frutto di banana sono presenti in alcuni testi buddisti del 600 a.C.

Il mondo occidentale conobbe la banana grazie ad Alessandro Magno e alle spedizioni in India nel 327 a.C., dopo la conquista dell’Impero Persiano.

Le prime coltivazioni della pianta di banano sono state opera dei cinesi verso il 200 d.C., successivamente è stata importata dai mercanti arabi favorendone così la sua diffusione in quasi tutta l’Africa. Le banane vennero poi diffuse in America Centrale e meridionale grazie agli esploratori del ‘500.

Attualmente la banana viene coltivata in più di 130 paesi: in Asia, Centro e Sud America e in Africa Tropicale vi sono le maggiori produzioni.
Secondo alcune statistiche circa il 23% delle banane vendute in tutte il mondo vengono prodotte in India, gli altri maggiori produttori sono Cina, Filippine, Brasile e Ecuador.

I maggiori importatori di banane sono gli Stati Uniti e l’Europa.

Il frutto di banana

Il frutto è una bacca e si presenta con una forma allungata e rivestito dalla buccia esterna, dalla consistenza simile al cuoio e dal colore che va dal verde chiaro al giallo a seconda del grado di maturazione del frutto. La parte commestibile della banana è la polpa interna che si presenta di colore biancastro e dal gusto piuttosto dolce.

Nelle regioni tropicali le banane sono disponibili tutto l’anno. Nel commercio globale, la varietà di banana coltivata in assoluto è la Cavendish.

Banana proprietà e benefici

La banana è un frutto ricco di fitonutrienti e di vitamine (C, A e vitamine del gruppo B) e composti fenolici. Contiene anche moltissimi minerali come ferro, fosforo, potassio, magnesio, manganese, e rame. L’utilizzo delle banane nella propria dieta aiuta a migliorare il contenuto di fibra alimentare, inoltre sono utili per lo stomaco e le difese immunitarie.

Grazie ai suoi benefici la banana da secoli viene utilizzata in Asia e in Africa per curare molte malattie. Nelle comunità tribali vengono utilizzate tutte le parti della pianta per contrastare numerose patologie: dal controllo della pressione sanguigna, al diabete, l’ipertensione, l’anemia, fino ad allergie, infezioni, febbre, bronchiti e altre malattie respiratorie.

Perfetta come snack, il momento migliore per mangiare le banane è a metà mattina e a metà pomeriggio, per evitare di arrivare al pasto successivo troppo affamati. La banana è perfetta anche 40-50 minuti dopo l’attività fisica per rifornire di glicogeno e nuova energia i muscoli stanchi.

Ma quante calorie ha una banana? la banana è un frutto molto calorico, in 100 grammi di banane sono presenti 89kcal.

Cosa contengono e quali sono i principali benefici della banana che la rende un alimento così benefico per la nostra salute?

  • Flavonoli e flavonoidi: sia nella buccia che nella polpa della banana vi sono vari composti fenolici e flavonoidi: l’acido gallico, la catechina, l’epicatechina, i tannini. Questi agiscono come “spazzini” protettivi contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e di varie malattie croniche.
  • Serotonina e dopamina: buccia e polpa di banana contengono anche amine biogeniche, come la serotonina e la dopamina. La prima contribuisce alla sensazione di benessere e felicità, la seconda svolge un ruolo importante per il miglioramento dell’umore, la stabilità emotiva e la capacità di concentrazione.
  • Carotenoidi: questi pigmenti organici sono i responsabili del colore giallo intenso del frutto. Numerosi studi hanno dimostrato che i carotenoidi aiutano nella prevenzione di alcuni tumori; inoltre il consumo di alimenti ricchi di carotenoidi e di vitamina A migliora l’immunità e riduce il rischio di malattie come il cancro, il diabete e i problemi cardiaci.

Proprietà benefiche delle banane

  • Antiossidante e antitumorale: la polpa di banana contiene composti bioattivi, come gli acidi fenolici e i flavonoidi, ottimi antiossidanti utili nella prevenzione di malattie croniche e tumori.
  • Controllo della pressione e contrasto ai crampi: la presenza di potassio, insieme al basso contenuto di sodio, rende le banane utili nel controllo della pressione sanguigna. Inoltre sono perfette alleate degli sportivi per scongiurare crampi durante l’allenamento o la prestazione sportiva.
  • Frutto per diabetici: la banana contiene amido resistente a bassa digeribilità rispetto ai cereali che contengono amidi ad alto indice glicemico. Grazie alla sua azione ipoglicemizzante è perfetto per la dieta dei pazienti diabetici in quanto il suo consumo giornaliero migliora la sensibilità all’insulina.
  • Aiuta intestino e stomaco: la banana ha effetti positivi sull’intestino: è efficace e vantaggiosa nel trattamento delle malattie del tratto gastro-intestinale e contro la stipsi (grazie all’elevato contenuto di fibre alimentari).
  • Contro il colesterolo: le banane contengono una buona quantità di fitosteroli: si tratta di steroli vegetali naturali che abbassano i livelli di colesterolo nel sangue attraverso una riduzione del suo assorbimento nell’intestino. Un’assunzione giornaliera di fitosteroli fino a 3g/die è sicura ed ha un’azione ipocolesterolemica nei pazienti con dislipidemie.
  • Contro ulcere e bruciore di stomaco: mangiare una banana aiuta a riprendersi dai postumi di una sbornia (andando a ristabilire i livelli di zucchero nel sangue, consumati dall’assunzione di alcol), a risolvere il bruciore di stomaco e a curare le ulcere.
  • Antidepressivo naturale e antistress: la serotonina aiuta a superare o prevenire la depressione condizionando positivamente l’umore e rilassando il corpo. Il consumo di banane, agisce nel livellare il potassio nell’organismo, che spesso viene ridotto nei momenti di stress.

Inoltre la presenza della vitamina B2 aiuta l’organismo ad eliminare tossine e garantisce la buona salute di capelli, unghie e pelle; la vitamina B6 agisce nella regolazione degli ormoni sessuali.

Controindicazioni

La banana, per la presenza al suo interno di proteine allergizanti, può causare intolleranza in soggetti predisposti.

Non è sconsigliata a chi soffre di diabete, l’importante è che il consumo sia moderato e che la banana non sia molto matura, perché con la maturazione gli enzimi all’interno della banana trasformano l’amido in zucchero, aumentandone l’indice glicemico.

I cardiopatici che assumono farmaci beta-bloccanti, dovrebbero consumare la banana con moderazione per evitare l’iperkaliemia, una condizione di presenza eccessiva di potassio nel sangue.

Trattandosi di un frutto calorico chi ha problemi di obesità deve consumarlo con moderazione.

Altri utilizzi della banana

Contro le punture di zanzara

Per alleviare il dolore, il prurito e ridurre il gonfiore e l’irritazione dopo la puntura di una zanzara basta strofinare sulla puntura la parte interna della buccia di banana.

maschera di bellezza alla banana

Le maschere per il viso servono a migliorare nel tempo l’aspetto della pelle rendendola idratata e luminosa. In commercio se ne trovano di tutti i tipi ma anche una maschera fai da te può dare ottimi risultati, oltre ad essere economica.

Ingredienti per la nostra crema viso a base di banana:

  • 2 cucchiaini di yogurt
  • 1 banana frullata

Mescolate gli ingredienti, applicate il composto sul viso e lasciatelo per 10-15 minuti. Risciacquate con acqua tiepida, asciugate il viso e applicatevi una crema idratante.
La pelle risulterà morbida, idratata e nutrita.

Vi consigliamo, se soffrite di allergie o pelle sensibile, di chiedere un consiglio ad un medico o al vostro estetista di fiducia prima di applicare la maschera sul viso.

Banana: proprietà, benefici e controindicazioni ultima modifica: 2019-06-17T15:30:38+02:00 da Dr. Benessere
Show More

Related Articles

Back to top button